Riprendiamo dal sito della fiera del rapulè:

“…Fonti discordanti si contendono la paternità di questa ricetta che vanta parecchi secoli di storia. Una di queste colloca la sua comparsa nel 1500 vicino a Reggio Emilia per una curiosa casualità: il capitano di ventura emiliano Giovanni Baglioni, accampatosi alle porte della città, inviò alcuni soldati a razziare i campi della zona in cerca di viveri per le sue truppe. Il raccolto tuttavia fruttò ben poco, uova, zucchero, qualche fiasca di vino ed erbe aromatiche. Il capitano, in mancanza d’altro, fece mescolare il tutto e lo diede ai soldati al posto della solita zuppa, questi ne furono entusiasti. L’uso popolare chiamava Giovanni Baglione Zvàn Bajòun e la crema ne prese il nome diventando prima Zambajoun, poi Zabajone e infine Zabaglione o Zabaione. Un’altra tradizione, altrettanto affermata, sostiene che questo preparato sia stato inventato, sempre nel XVI secolo, a Torino e chiamata crema di San Baylon e quindi semplicemente Sambayon (tuttora in piemontese lo zabaione si chiama sanbajon) per ricordare il francescano San Pasquale Baylòn, santo protettore dei cuochi….”

Calosso Village

 

Calosso Village nasce come portale di condivisione e di unione di tutte le associazioni di Calosso per promuovere il proprio territorio, i suoi prodotti e i suoi tesori......non finiremo di stupirvi.

Leggi tutto

 

 

 

Cookie Policy

Privacy Policy